Mela merito una coccola?

… Dai lo so che non è il giorno del ringraziamento!

Mi piace assai l’enigmistica, tutto merito di Nonno Ernesto che oltre a cercare di insegnarmi la matematica, con austerità e dedizione, ma ahimè con poco successo, mi coinvolgeva nelle sue maratone “Settimana Enigmistica”.

Sono sempre stata più brava con le parole tanto da meritarmi il soprannome di Eleonora Duse, pare fosse un’attrice assai famosa.

Grazie al nonno ho imparato che baciare sulla guancia un uomo barbuto può non essere piacevole mentre fare i rebus e non accontentarsi delle parole crociate facilitate è assai divertente.

Avrete quindi capito che nel titolo e nel sottotitolo sono celati gli indizi per scoprire gli ingredienti principali dei biscotti di oggi.

Mela e Tacchino… era facile? Vi assicuro che alla cucciola sono piaciuti assai ed alla lezione di addestramento di sabato scorso insegnarle il Platz! è stata quasi una passeggiata!

Al momento eseguiamo il Sitz! in un battibiscotto.

 

Quenelles di Mela e Tacchino

400 gr di fesa di tacchino tritata

1 mela (ca. 200gr)

2 uova

160gr di farina di riso

1 cucchiaio di farina di carrube

70 gr di fiocchi d’avena

30 ml di acqua

 

Cuocete la carne trita con 30ml di acqua, la carne deve stufare e non dorare.

Frullate la carne fino ad ottenerne un omogeneizzato, mescolate quindi gli altri ingredienti.

Con l’aiuto di due cucchiaini da caffè formate delle quenelles che cuocerete in forno per 40/45 minuti a 170°C

 

Lascia un commento