I super eroi esistono…

I super eroi esistono…

Evviva gli spinaci!

Mia nipote Cecilia a soli dieci anni, ovvero in tempi non sospetti, diceva che il tempo lavorativo dovrebbe essere scandito così: “lavori un giorno e stai due giorni a casa, lavori due giorni e stai tre giorni a casa… e così via!”…

Sarebbe una pacchia! In questo modo potrei trovare più tempo per scrivere sul blog, fare qualche passeggiata in più con i 4zampe, scollinare i panni da stirare senza sentirmi uno sherpa, o banalmente, dormire qualche ora in più!

… ehm… a parte dormire tutto il resto già lo faccio!

Vedi a buggerare Braccio di Ferro cosa succede? Non dai credito ai super poteri che un piatto di spinaci conferisce.

Riuscirò a trasformare Le  Roi e Polpetta in due Super Eroi senza macchia?

Ci ho provato con questi:

Bagels agli spinaci

100 gr di spinaci

400 gr di farina di semola integrale

60 gr di fiocchi di soja

100gr di prosciutto cotto

3 uova intere

1 bustina di lievito vanigliato

Sbollentate gli spinaci, strizzateli per togliere i residui di acqua e tritateli insieme ai fiocchi di soja ed al prosciutto cotto.

Mescolate al composto la farina, il lievito e le uova e formate un impasto omogeneo.

Stendete una sfoglia di mezzo centimetro e ricavatene dei biscotti.

Per essere dei veri bagels dovranno avere un buco al centro. Io ho usato una formina a forma di osso.. voi sbizzarritevi.

Infornate a 200°C per 30-40 minuti

 

 

 

 

 

Lettera d’amore al mio Napoleone … con Tappo in finale

Lettera d’amore al mio Napoleone … con Tappo in finale

Angelica e Caterina mi hanno  fatto un regalo davvero grande nel condividere con me la loro..

Lettera d’amore ad un 4zampe speciale… anzi… a due 4zampe.

Descrivere Napoleone è molto semplice. Lui è un dono. Arrivato inaspettato quando il vuoto da colmare era davvero troppo. Ho perso il mio primo Labrador , Zar, esattamente 10 anni fa, il 15 novembre.

Non volevo proprio più soffrire ma a scegliere è stata Caterina, lei non era capace di vivere senza l’ allegria portata in famiglia da un amico a 4 zampe .

E così è arrivato lui, questo pasticcione adorabile e narciso. Si, perché lui è subito entrato in empatia con Cate e quindi sono 10 anni che curo lei e lui. Con Napo abbiamo fatto Pet theraphy in piscina, fatto corsi di addestramento per il passo con la sedia a rotelle, disabilità e agility day con figuracce da prima pagina dei giornali.

Ma di noi si ricordano tutti. Ha fatto saltare tavoli transenne mangiato scatolette di qualsiasi genere alimentare , compresa la scatoletta vera e propria…. potrei continuare all’infinito.

Io sono perdutamente innamorata di lui, del suo esserci, del suo sguardo. E anche adesso che fa fatica ad alzarsi, che cammina ma non corre mi guarda con quegli occhi profondi che solo le persone con gli amici pelosi in famiglia possono capire.

Forse sarò esagerata ma io penso che lui sia il cane migliore del mondo, ma d’altronde è la verità.

Tappo invece è il cugino di Napoleone ed è il cane della sorella di Angelica. con Napoleone condivide l’amore per Caterina e la grande empatia che solo i 4zampe ci sanno regalare.

Read More