Pollicino

All’università ho frequentato un interessante corso di storia della lingua tedesca nel corso del quale appresi con sconcerto che le favole dei fratelli Grimm erano truci assai.

Un’orda di orchi, diavoli e streghe cattive che sono stati negli anni edulcorati per merito di Walt Disney. Non finirò mai di ringraziarlo: avessi letto le fiabe originali all’età di dieci anni temo sarei cresciuta meno spensierata.

Poiché la nostra memoria ci protegge dai brutti ricordi relegandoli in un anfratto buio e nascosto del nostro cervello, non vi saprei raccontare la vera storia di Pollicino.

Potrei invece narrarvi una fiaba raffazzonata che narra di due 4zampe che grazie al profumo fragrante sono in grado di scovare biscotti appena sfornati.

Son fonte di gran soddisfazione i due giannizzeri di casa!

Surprise!

200 gr di prosciutto cotto

450 gr di farina integrale

2 uova

50 gr di quinoa soffiata

1 bustina di lievito

semi di papavero q.b.

Frullate il prosciutto con le uova ed unite metà del composto a farina, quinoa e lievito formando un impasto omogeneo.

Stendete circa tre quarti dell’impasto che utilizzerete per foderare degli stampi di silicone. Io ho utilizzato degli stampi a forma di zampetta alla base dei quali ho cosparso un po’ di semi di papavero.

Farcite gli stampini con il ripieno e chiudeteli con il restante impasto.

Infornate per 15-20 minuti (a seconda della grandezza dei biscotti) a 200°C

Lascia un commento