Speck delle mie brame…

qual è  il biscotto più buono del reame?

Ancora non vi è risposta a questo arcano, e ciò mi costringerà a cucinare biscotti come non ci fosse un domani, nella speranza che i due 4zampe apprezzino!

Tuttavia nella mia ricerca parto avvantaggiata perchè  i miei assaggiatori sono di parte. Non appena apro il frigorifero ottengo un Sitz! senza neppure fare fatica.

Mentre La Tache mangerebbe qualunque cosa provenga dalle mie mani, riconoscendomi quale sua capo branco e leader assoluta, Yquem è più critico, così mi affido a lui, o meglio, al suo naso.

Un naso impertinente che scruta ed analizza ogni molecola delle mie creazioni prima di assaggiarle.  A volte va sulla fiducia, storce letteralmente il naso e poi, suo malgrado, assaggia.

Generalmente apprezza. In questo caso è bastata una piccola annusata e via… biscotto evaporato e 2 zampe assai felice!

Sono sulla buona strada, e ne son felice.

Mi sono fidata di Yquem, ed ho regalato i biscotti a Napoleone per ringraziarlo di aver condiviso con me la sua avventura con Caterina. Un piccolo pensiero dall’elfo di Babbo Natale (che poi sarei io….)

Finti ossi allo speck

180 gr di speck

100 gr di fiocchi di farro integrali

2 uova

130 ml di latte

350 gr di farina integrale

Frullate lo speck con le uova, i fiocchi di farro ed il latte.

Mescolate questo composto alla farina fino ad ottenere un composto omogeneo.

Stendete ad una altezza di 1 cm / 1. 1/2 cm, ricavatene le forme che più desiderate (ossi forevernever… ) e ponete in forno per 20-30 minuti a 180°C

 

 

Lascia un commento