Al 4zampe non far sapere …

Al 4zampe non far sapere …

Quanto è buona la pancetta con lo Yogurt alle pere…

Mentre torno a casa dal lavoro trafelata pensando alla  cena mi fermo al negozietto del paese e chiedo della pancetta.

L’idea era di fare una bella carbonara scientifica, quella di Gianfranco Lo Cascio, per intenderci.

Già,  peccato che con la pancetta coppata la carbonara non si possa fare, a meno di non compiere un’eresia!

Per cena scatta il piano di emergenza e rimedio una discreta cena.

La pancetta coppata resta nel frigo: due belle fette spesse in un cartoccio, posate sul ripiano proprio accanto alla mia scorta di Yogurt greci. Quello alla pera ha un tono ammiccante e guarda con bramosia il cartoccio attirato dal suo profumo…

Nacquero così i

Brutti ma buoni alla pera e pancetta

1 Yogurt greco alla pera da 170gr

2 fette di pancetta coppata

300 gr di farina integrale

150 gr di farro soffiato

2 uova

 

Tagliate a dadini la pancetta e fatela saltare in padella fino ad ottenere dei cubetti croccanti.

Mettete in una ciotola tutti gli ingredienti che mescolerete con un cucchiaio di legno.

Otterrete un impasto morbido ed un po’ appiccicoso.

Distribuite il composto sulla teglia foderata di carta da forno con l’aiuto di un cucchiaio od “a pizzichi” usando le dita.

Infornate a 200 gradi  per 45/50 minuti

P.s lo so, lo so, la pancetta saltata in padella  non è sanissima per noi figuriamoci per i nostri 4zampe.

Questi sono i biscotti della festa, a voi decidere quale !

 

 

 

 

Oggi si va all’asilo

Oggi si va all’asilo

Sono piuttosto allergica a chi tratta i 4zampe come figli con le stesse smancerie, vizi e toni di voce in falsetto che si usano con i neonati.

I cuccioli umani crescono più in fretta ed ad un certo punto (imprecisato a seconda dei casi) tagliano definitivamente il cordone ombelicale che li lega alla mamma.

I nostri amici a 4zampe al contrario dipendono sempre da noi: per il cibo, per la pulizia, per le passeggiate. Probabilmente è questo che fa scattare in noi donne il lato ossessivo e compulsivo dell’istinto materno.

Vedo spesso cani che non possono più esercitare il loro diritto ad esser tali. Potessero parlare sarebbe interessante sentire la loro opinione su fiocchi, fiocchetti, cappottini e borse glitterate nelle quali vengono trasportati a mo’ di trofeo.

Non avendo figli è più facile per me giudicare con distacco. Tuttavia la cura che dedico a Yquem e LaTache ogni tanto ha delle derive materne che, ad onor del vero, si limitano alla preparazione di biscotti.

E così mi trovo a preparar loro dei biscotti per la giornata che passeranno all’asilo da zia Katia, raccomandandomi che i biscotti vengano condivisi con i compagni a 4zampe.

Crunchy bits di yogurt al mirtillo e miglio

300 gr di farina integrale

1 yogurt greco al mirtillo da 170g

100 gr di miglio

2 uova

1 bustina di lievito per dolci

impastate tutti gli ingredienti ottenendo un impasto morbido.

Lasciatelo riposare 20 minuti, stendetelo a domani uno spessore di ca 1 cm.

Ponete l’impasto steso in una teglia foderata con carta da forno. Incidetelo ricavandone dei biscotti rettangolari.

fate cuocere per 40/50 minuti a 200 gradi.

Lasciate raffreddare e… Sitz!

Pomeriggi fatti di rose e biscotti

Pomeriggi fatti di rose e biscotti

C’è chi si immagina un pomeriggio di relax facendo shopping, chi facendo jogging o giocando a curling. I più goderecci bevono una birra al camping mentre i più piccoli fanno skating.

Per quanto mi riguarda, non c’è nulla che mi rilassi di più di una sessione di biscuiting, neologismo inventato ad hoc.

E’ sabato pomeriggio, fuori splende il sole. La porta finestra che da sul giardino è aperta ed i 4zampe fanno capolino per accertarsi che tu stia bene e, non appena capiscono che stai preparando biscotti si accampano, con un Sitz! da manuale accanto a te. Due angeli custodi un po’ scrocconi ma assai esigenti.

I biscotti in forno cuociono, i 4 zampe si rincorrono in giardino, io raccolgo rose.

Chiamatelo relax, io lo chiamo biscuiting.

 

Biscuits!

500 gr di farina integrale

300 gr di carne trita di maiale

100 gr di mortadella

100 gr di arachidi NON salate

3 uova

10 ml di latte

1 bustina di lievito per dolci

 

Tagliate a cubetti la mortadella. Mettetela nel frullatore con la carne trita, le uova, le arachidi, il latte ed il lievito.

Frullate  fino ad ottenere un composto omogeneo. Unitevi la farina. Stendete l’impasto e formate biscotti a go go nelle forme che più preferite.

 

Risveglio primaverile

Risveglio primaverile

O di letarghi inaspettati.

La primavera è arrivata, dopo essersi attardata in qualche landa desolata, incerta se raggiungere le risaie che si stanno trasformando in un mare a quadretti che riflette il cielo.

Dopo un breve sopore posso finalmente  sgranchire dita e tastiera e tornare a scrivere.

Ho trascurato un poco il blog ma vi assicuro non i 4 zampe che, incuranti della pioggia e del fango hanno fatto i loro esercizi  meritandosi deliziosi crunchy bits.

Sono onesta, a volte non se lo meritano affatto, preferendo correre dietro alla palla piuttosto che assecondare i miei Sitz, Piede e Platz.

Non appena si rientra in casa vanno sicuri di fronte alla credenza, si siedono e spostano lo sguardo dalla scatola dei biscotti a me, fintanto che la loro richiesta non viene soddisfatta.

Oggi li ho premiati così:

 

BISCOTTI al POLLO, MELA e MIGLIO

300 gr di petto di pollo bollito

350 gr di farina di avena

2 uova

1 mela

3 cucchiai di miglio

1 bustina di lievito vanigliato per dolci

50 ml di acqua

1 cucchiaio di olio

Frullare il petto di pollo con le uova, l’olio e l’acqua. Aggiungervi il miglio, il lievito e la mela tagliata a quadratini.

Impastare con la farina di avena, stendere l’impasto in una tortiera ad una altezza di circa 1 cm. Incidete l’impasto a piccole losanghe ed infornate  per 50-60 minuti a 180°C.