Perché Sitz?

Paul Gauguin disse ” Cucinare suppone una testa leggera, uno spirito generoso ed un cuore leggero”.

Si dimenticò di dire che chi cucina in fondo è un egoista, che trae dalla felicità altrui la propria.

Dal mio breve profilo  avrete capito che adoro gli animali e che amo cucinare.

La cucina è sempre stata la mia piccola isola felice: Cucinare mi rilassa ed i sorrisi felici dei miei commensali sono il regalo più bello.

Il passo è stato semplice seppur non immediato. Nutrire i 4zampe è un gioco da ragazzi: crocchette a go go e non devi preoccuparti di come bilanciare la loro dieta.
Poi ci sono i biscottini ed è incredibile come i due giannizzeri di casa abbiano imparato presto che là “dove c’è la credenza c’è la speranza di un biscottino”.
Trovarli seduti di fronte al suddetto mobile in adorazione è sempre una piccola sorpresa.
Così mi son chiesta perché avrei dovuto continuare a comprare i soliti biscotti al supermercato, perché non avrei potuto regalare loro qualcosa di più buono e diverso ogni settimana.
Ed eccomi qui!
Dimenticavo… perché Sitz?
Sitz è uno dei comandi base che si insegnano durante l’addestramento del cane. Un cucciolo di cane, così come un cucciolo umano (lo so che il paragone vi sembrerà stridente ma se avete avuto cani e bimbi potrete capire), va educato.
Sitz, in tedesco Seduto! è la piccola richiesta che faccio ai miei due 4zampe prima di elargire ogni biscotto. Non pensate che io sia crudele. Sappiate che a volte neppure devo pronunciare la parola, è sufficiente che io apra la scatola dei biscotti…et voilà!